Risparmio energetico casa: detrazioni al 55 e 65%

risparmio energetico casa

Detrazioni 2015 per risparmio energetico casa

La legge di stabilità ha previsto, per tutto il 2015, la proroga della detrazione Irpef in misura del 50% per le ristrutturazioni edilizie, e relative a mobili e grandi elettrodomestici e della detrazione Irpef e Ires del 65% sugli interventi volti ad incrementare il risparmio energetico qualificato.
Per tutto il 2015 sarà dunque possibile godere della detrazione 65% Irpef e Ires per gli interventi relativi il risparmio energetico casa e degli edifici in genere. In precedenza, era prevista per le spese sostenute nel 2015 un’agevolazione pari al 50 per cento.

Dal 2016 non sarà più possibile godere di questo beneficio fiscale, ma per i lavori verdi qualificati si potrà applicare l’articolo 16-bis, comma 1, del Tuir per il risparmio energetico generico, che prevede un incentivo per tutti gli interventi “relativi alla realizzazione di opere finalizzate al conseguimento di risparmi energetici”.

Risparmio energetico casa 65 per i condomini

Per quanto riguarda invece gli interventi per il risparmio energetico relativi a parti comuni di edifici condominiali o che interessano tutte le unità immobiliari che compongono un condominio, la detrazione al 65% è stata prorogata fino al 31 dicembre 2015. Prima della legge di stabilità era prevista una detrazione del 65% per le spese sostenute fino al 30 giugno 2015 e un beneficio fiscale del 50% per quelle sostenute dall’1 luglio 2015 al 30 giugno 2016.

È bene precisare che per gli interventi sul risparmio energetico, l’aumento delle percentuali di detrazione non incide sull’importo massimo di sconto fiscale spettante. La variazione influenza infatti solo la spesa massima agevolabile.



You May Interested