Come ridurre consumo energia elettrica d’estate?

Come ridurre consumo energia elettrica d’estate?

Come ridurre consumo energia elettrica d’estate: le 10 strategie migliori

L’estate impone strategie efficaci per difendersi dal caldo, ma il ricorso massiccio a condizionatori porta a un grave aumento dei consumi. Vediamo allora come ridurre consumo energia elettrica e trovare refrigerio dall’afa estiva. Ecco le tecniche più efficaci.

Le indicazioni elencate, prodotte sulla scorta del prontuario elaborato dalla società specializzata Avvenia, permettono di conseguire un risparmio, in termini energetici, sino al 40% durante la stagione estiva.

Come ridurre consumo energia elettrica: le good practice

  • l’impiego del condizionatore può essere limitato esclusivamente all’attività di deumidificazione. Ciò consente di ridurre fino al 75% i consumi, sottraendo all’aria dell’ambiente domestico il fattore determinante per definire la sensazione di calore;
  • qualora il caldo non risulti molto vessante, può essere sufficiente l’impiego di un ventilatore. In questo caso i consumi possono essere ridotti fino a circa 15 volte se confrontati con quelli del condizionatore;
  • per ottimizzare l’aria fresca in casa è necessario chiudere le finestre nei momenti più caldi. Oltre a ciò è possibile impiegare tende nei balconi e piante, fattori che concorrono, in modo diverso ma altrettanto efficace, a ridurre il calore;
  • tenere sempre le luci spente quando non è necessario, spesso basta la luce naturale per la soddisfazione della maggior parte delle esigenze domestiche;
  • la doccia è una risorsa da sfruttare la sera o la mattina, i vapori vanno infatti ad accrescere il calore percepito nei momenti più caldi;
  • altro aspetto rilevante riguarda il bucato: questo può essere lavato a 30° senza perciò subire alcuna modifica nella qualità del lavaggio. Il principale beneficio è la contrazione dei consumi: circa il 90% dell’energia usata dalla lavatrice è adottata per scaldare l’acqua;
  • conviene staccare ogni device elettronico inutilizzato, questi vanno a sfruttare l’energia anche qualora siano in stand-by;
  • se si devono acquistare elettrodomestici, è bene considerare l’efficienza energetica, dato che i consumi sono rilevanti, in modo particolare se considerati in anni d’impiego;
  • ogni elettrodomestico deve essere posto in una posizione corretta: porre un frigorifero accanto ai fornelli determina un aumento dei consumi pari all’8%;
  • altra valida pratica è costituita dallo spegnimento di forno e fornelli leggermente prima della conclusione della cottura, così che il calore conservato nel forno o nelle pentole possa disperdersi.

Per maggiori informazioni sulle pratiche di risparmio energetico, vi invitiamo a visitare la nostra sezione dedicata alle pratiche che permettono di coniugare convenienza e rispetto per l’ambiente.



You May Interested